Il progetto M.A.C.

logomac 

PROGETTO MAC
Progetto di Monitoraggio dell'Ambiente Costiero
a cura della 
Commissione Scientifica di Biologia della Federazione Italiana Attività Subacquee

PRESENTAZIONE

Il progetto di Monitoraggio dell'Ambiente Costiero (MAC), proposto dalla commissione scientifica di Biologia Marina della FIAS, nasce dalla sensibilità della Federazione nei confronti delle problematiche ambientali e dal desiderio di contribuire alla tutela dei nostri fondali sia attraverso l'opera di divulgazione e sensibilizzazione sia attraverso la collaborazione con i ricercatori ed i gestori delle coste.
La gestione dell'ambiente, sia terrestre sia marino, richiede una dettagliata conoscenza della distribuzione degli organismi presenti sul territorio. Conoscere l'ambiente più adatto per una specie e la sua distribuzione geografica, è l'unico strumento in grado di permettere una corretta pianificazione degli interventi di tutela e protezione. Purtroppo, per quel che riguarda l'ambiente marino, il livello di conoscenza è ancora estremamente frammentario. La distribuzione degli organismi è conosciuta con un buon dettaglio solo in alcune zone del litorale italiano.
Scopo del progetto MAC, articolato in tre sottoprogetti, è quello di istituire una rete di lavoro nazionale in grado di i) compiere osservazioni subacquee utili ad ampliare le conoscenze sulla distribuzione di alcune specie target, ii) monitorare siti di studio fissi, da seguire stagionalmente, per analizzare le variazioni sul medio e lungo periodo (da usare eventualmente anche come palestre per i corsi di Biologia Marina della FIAS) e iii) archiviare dati di temperatura dell'acqua. La rete di lavoro, coordinata dalla commissione scientifica, prevede l'attiva partecipazione di referenti appartenenti alle diverse Sezioni Territoriali i quali hanno il compito di promuovere il progetto e coordinare l'attività a livello locale, coinvolgendo quanti più volontari, anche aderenti ad altre agenzie didattiche.


Partecipare è facile e divertente, ma soprattutto utile!

Chiunque, con un minimo di formazione e passione può fornire il proprio contributo. Partecipare al progetto sarà uno degli obbiettivi dei corsi di Biologia Marina, ma potrà essere occasione di immersioni di gruppo o motivo anche di singole immersioni. Per aderire all'iniziativa è sufficiente partecipare ad un corso di Biologia della Federazione o anche solo contattare il referente più vicino e dare la propria disponibilità. I volontari che avranno ricevuto istruzioni su come partecipare dovranno registrarsi (o farsi registrare) sul sito internet, indicando il numero identificativo del proprio referente e ricevendo così il numero identificativo personale. A questo punto durante ogni immersione in Mediterraneo si potranno compiere osservazioni utili per il progetto. I referenti organizzeranno stagionalmente le immersioni per monitorare le stazioni di studio fisse, coinvolgendo i volontari. Per diventare referenti non occorrono brevetti speciali ma è solo necessario fare un po' di pratica nell'ambito di tutti e tre i sottoprogetti.


Istituti, Enti, Associazioni e Club che partecipano al progetto

logounigeMAC
Università degli Studi di Genova
Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali
DIP.TE.RIS.
Dipartimento per lo Studio del Territorio e delle sue Risorse

logodismarMAC
Department of Marine Sciences Polytechnic University of Marche

logouwpMAC
Adriatic Underwater Watching Project

logotegnueMAC
Associazione Tegnùe di Chioggia - onlus

logosport7MAC
Sport7 Diving Club Andorra (Savona)