• Home
  • Concordia - Federazione Italiana Attività Subacquee FIAS

TAG -> Concordia

Piattaforme Isola del Giglio, un'occasione persa per creare il più grande sito di immersioni al mondo?

Il 13 gennaio 2012 la nave Costa Concordia in navigazione da Civitavecchia a Savona urtò uno scoglio nelle acque dell'Isola del Giglio, riportando l'apertura di una falla lunga circa 70 metri sul lato di sinistra della carena; l'impatto provocò la brusca interruzione della navigazione, un forte sbandamento e il conseguente incaglio sullo scalino roccioso del basso fondale prospiciente Punta Gabbianara, a nord di Giglio Porto, seguito dalla parziale sommersione della nave.

Fu il naufragio della nave passeggeri di maggior tonnellaggio nella storia, causò 32 morti tra passeggeri ed equipaggio. Nel successivo processo, il comandante della nave Francesco Schettino venne condannato a 16 anni di reclusione. Dopo il naufragio, il relitto di Costa Concordia si era mosso di alcuni centimetri a causa del moto ondoso e delle correnti, col rischio di scivolamento lungo il fondale fino alla pianura sottomarina sottostante la scogliera, a 88 m. di profondità, rischiando quindi di sommergersi completamente e complicare le successive operazioni di rimozione ancora da individuare.


© 2020 FIAS - ALL RIGHTS RESERVED
CF 03990620159